Isola di Sulawesi

SULAWESI
L'isola di Sulawesi, un tempo chiamata dai Portoghesi Celebes, è situata in posizione centrale nell'arcipelago indonesiano e per questa sua centralità ha accolto popolazioni di varie etnie, tra cui si ricordano: i Buginesi che si sono stanziati lungo i fiumi e nelle zone di coltivazione del riso ed i Toraja, abitanti delle montagne conosciuti in tutto il mondo per la stravanza del rito funebre. Per questo popolo la morte non è la fine di tutto, al contrario è considerata solo una parte del percorso verso “Puya”, o la Terra delle Anime.

Collocata tra il Borneo ad ovest, le isole Molucche e la Nuova Guinea ad est, le isole della Piccola Sonda e l'Australia a sud, l'arcipelago delle Filippine a nord, è piuttosto ampia (circa 174.600 km²) ed è suddivisa in quattro province: Sulawesi Nord, Centrale, Sudorientale e Sud.

La sua morfologia è varia. Le estermità meridionali e settentrionali (Minahasa e Makassar) sono di origine vulcanica, con frastagliati rilievi ed altopiani, mentre il resto del territorio è caratterizzato da pianure e dolci pendii. La sua collocazione e di conseguenza il clima tropicale rendono Sulawesi l'habitat ideale per specie animali e vegetali endemiche.

Il lato meridionale dell'isola ha una densità abitativa più elevata e gran parte del territorio è stata destinata alle coltivazioni, mentre altrove le caratteristiche del territorio, irregolare e montuoso, hanno limitato gli insediamenti alle pianura costiere o al fondo delle valli. La foresta, costituita da piante di ebano e centinaia di altre specie di alberi e palme, è più lussureggiante nelle zone pianeggianti. Ad altitudini superiori ai 3.000 metri, la foresta cede il posto alla più bassa flora subalpina e ai licheni.

Il clima tropicale fa registrare temperature di circa 30° tutto l'anno con una stagione delle piogge da ottobre ad aprile, con brevi piogge torrenziali.

La particolare morfologia di questi luoghi e le correnti favorevoli ricche di nutrimento per le specie marine, conferiscono alle coste, ai numerosi isolotti circostanti Sulawesi, nonché ai fondali, caratteristiche molto apprezzate per le immersioni. Al riguardo gli appassionati si prospettano favolose esperienze nel mondo subacqueo di Gangga, Bangka, Manado, Bunaken e Lembeh con incontri con il grande pesce pelagico.

“Tana Toraja”, la terra con spettacolare natura e cultura: La terra Toraja è protetta in modo sicuro al di là delle alte montagne e scogliere di granito degli altopiani centrali dell’ isola di Sulawesi . Si crede che gli abitanti di questa terra siano discendenti di esseri celesti venuti dal cielo per vivere sulla terra in questo splendido paesaggio. Per mantenere l'energia della terra e del suo popolo, il popolo Toraja crede che questa deve essere sostenuta attraverso rituali per celebrare sia la vita sia la morte. I turisti sono attratti qui per scoprire la cultura unica e i tanti rituali soprattutto incentrati sulla cerimonia funebre. In questa zona del Sulawesi è davvero interessante avventurarsi in percorsi trekking attraverso la spettacolare e quasi incontaminata campagna della terra Toraja visitando i villaggi più remoti.

Ke'te Kesu è un pittoresco villaggio tradizionale nascosto nella regione montagnosa. Esso è immerso in una vasta distesa di campi di riso ed è uno dei più antichi villaggi. Il villaggio è una sorta di museo vivente, dove si può sperimentare in prima persona la cultura e le tradizioni delle persone che vivono in questa zona dell’Indonesia.


Gorgonia consiglia: per una vacanza che privilegia le bellezza naturali di questi luoghi. Meta imperdibile per gli amanti delle immersioni e della vita di mare.