Cosa vedere in Vietnam

VIETNAM


Hanoi
è la capitale del paese. Hanoi si presenta come una tipica città francese d’ inizio secolo, con lunghi viali, parchi e costruzioni che richiamano appunto lo stile francese. Offre molti punti d’interesse quali il Mausoleo di Ho Chi Minh, il Tempio della Letteratura (sede della prima universita’ del paese) e la pagoda a pilastro unico.

Halong
La baia di Halong, definita l'ottava meraviglia del mondo, è uno dei luoghi più suggestivi del mondo. Il nome Ha Long significa 'luogo dove il drago si è inabissato nel mare' e si riferisce ad un’antica leggenda,secondo cui le centinaia di isolotti sarebbero i resti della coda di un drago, inabissatosi nelle acque della baia.

Hue
forse la più bella città del Vietnam, giace tra mare e monti, trovandosi sul ristretto corridoio che collega Hanoi a Ho Chi Minh City.

Hoi An
diverse influenze da parte di culture straniere hanno creato un’incantevole e suggestiva miscela architettonica, riconosciuta anche dall’Unesco. Affascinante sara’ passeggiare per le sue incantevoli stradine, fiancheggiate da pagode, case di mercanti, palazzi comunali ed un intero isolato di case porticate francesi.

Ho Chi Minh City (Saigon)
rappresenta il cuore pulsante del Vietnam, nonché sua città più grande, e ne rispecchia l’essenza, con quella fusione unica tra cultura autoctona e profonde influenza francesi e cinesi, riscontrabile a prima vista nella sua architettura. Da non perdere la visita del quartiere cinese di Cho Lon, in particolare il mercato di Binh Tay e la pagoda di Thien Hau.
► Tunnels di Cu Chi (56 Km da Ho Chi Minh CIty):  da scoprire nel villaggio sotterraneo di Ben Duoc a Cu Chi, una vasta rete di gallerie sotterranee e di stretti tunnels scavati dai Vietminh durante la guerra contro i francesi e poi dai Viet Cong durante la guerra del Vietnam contro gli americani. Questa rete lunga circa 200 Km si trova a 3-4 metri di sottosuolo ed era ben organizzata con addirittura sale mediche e di riunione. E' tuttoggi considerato uno dei più grandi siti storici della guerra del Vietnam.
 
BEN TRE, sul delta del Mekong
La navigazione  sul fiume ramo del Mekong vi permetterà di scoprire tutte le attività quotidiane per capire come funziona l’economia locale: qui troverete le botteghe in cui vengono prodotti i mattoni in vecchio stile con gli stampi e la cottura al forno, le fabbriche dedite alla lavorazione delle noci di cocco che viene trasformato in cibo ed altri prodotti... Inoltre la navigazione degli stretti ruscelli vi condurrà alla scoperta di alcuni villaggi dove potrete ammirare i tessitori di tappeti ancora alle prese con gli arcolai.
 
SAPA
Il piccolo paese di Sapa vi saprà stupire per la maestosità delle bellezze naturali in cui è immerso e per la semplicità dei suoi abitanti, testimonianza di un tempo che qui si è fermato. Eppure il villaggio gode di una frizzante viviacità nella sua vita, anche notturna, che si sviluppa attorno al mercato e a i numerosi locali e ristoranti (le strutture e i locali non sono particolarmente lussuosi).  Sarà molto interessante praticare trekking  tra i villaggi della zona , attraversando un suggestivo scenario naturale fatto di risaie lungo le strade di montagna. Sapa è raggiungibile con treno notturno da Hanoi per Lao Cai.
 
MAI CHAU
Mai Chau è il perfetto antidoto per rilassarsi fuori dall’incessante energia e dal trambusto di Hanoi. Questa valle addormentata è circondata da risaie e da una campagna rigogliosa. Vista l'autenticità di Mai Chau, una visita di questo luogo è consigliata a quei viaggiatori che amano venire a contatto con la gente del posto. Da qui si può partire alla scoperta della zona facendo alcune attività come trekking da un villaggio all'altro o pedalando in bicicletta lungo le strade attraverso le risaie; Imperdibile è l'occasione di visitare i mercati dei villaggi locali o imparare a cucinare cibo vietnamita.
 
MY SON
“la bella montagna”, il più importante centro archeologico Cham del Vietnam centrale. Il complesso di 70 edifici eretti tra il quarto e il tredicesimo secolo, è prova innegabile dell’esistenza di una civiltà altrettanto sviluppata e grandiosa che quella dei Khmer, quasi del tutto scomparsa al giorno d’oggi. Questo patrimonio rende My Son comparabile ad Angkor in Cambogia, Borobudur in Indonesia e Bagan in Myanmar.